MALAGUTI

 

Casa fondata a Bologna nel 1923 da Antonio Malaguti per la realizzazione di biciclette. In seguito, comincia a produrre ciclomotori solidi e adatti all’impiego quotidiano. Nella seconda metà degli anni settanta, produce una trentina di modelli, esportati in tutta Europa, soprattutto in Francia. Oltre alla gamma di modelli utilitari, tutti con motori Franco Morini, di grande successo è il Cavalcone 50 da fuoristrada, con motore a due tempi con testa radiale, cilindro in alluminio, cambio a sei marce, accensione elettronica, ammortizzatori a gas, forcella a lunga escursione. Con caratteristiche simili è il Ronco, con cambio a quattro rapporti, Il monomarcia con frizione centrifuga e i modelli con variatore, tutti con cilindro orizzontale, come il Fifty e l’Haccapi, con telaio monotubo, ruote in lega leggera o a raggi. Sempre con telaio in tubo sono il Drop e il Totem e il Track quattro marce con comando a pedale. Ancora telaio monotubo, ma motore diverso per il Fifty quattro marce “radiale” e per lo Special Fifty, con ruote in lega leggera e freno anteriore a disco. Alla gamma si aggiungono anche il Tre-Tre, il Quattrotto e il Motorik con ruote basse, monomarcia e variatore. La gamma si amplia con un modello da strada, l’RST 50, e con una serie rinnovata di modelli fuoristrada, tutti da 50 cc, come l’MDX Enduro, l’RCX/W, il Sahib 50, tutti raffreddati ad acqua. Ogni anno i modelli sono perfezionati e migliorati, esce il Runner YPVS con motore Yamaha, Minarelli, raffreddato a liquido con distribuzione lamellare di 123 cc. A questo segue la versione Rally di 20,5 CV a 9000 giri/min destinato al fuoristrada e l’RST 50, un cinquantino stradale raffinato con avviamento elettrico a richiesta. I cinquantini per il fuoristrada sono l’Enduro MRX, raffreddato a liquido con telaio monoculla sdoppiata in tubi d’acciaio, il Grizzly RCX 50 e RCW/4, il Dune ES 50 con cupolino e doppio faro.

Negli anni successivi la produzione venne spostata verso il settore degli scooter; nel 1994 venne presentato quello di maggior successo, il Phantom, la cui vendita continuò per tredici anni, concludendosi a fine 2007 sostituito dalla nuova versione “R”. Per molti anni ha avuto uno stretto rapporto di collaborazione con l’azienda motoristica Tedesca Sachs e ha stretto rapporti di collaborazione anche con la Yamaha per la fornitura dei motori destinati agli scooter di maggior cilindrata. I ciclomotori della produzione attuale montano invece propulsori di produzione Minarelli e Keeway Motors. Vennero poi anche lo scooter F10 ed il Malaguti Centro SL con ruote larghe.

Tagged Under

   Vendita 3471745384 - Assistenza 05411837723

I NOSTRI VISITATORI

cerca nel sito